Il sapore del caffè? Dipende anche dalla lavorazione

Molti amanti del caffè credono che la differenza di gusto, acidità e corpo di una tazza di caffè dipenda dal fatto che i chicchi siano Arabica o Robusta, ma i veri intenditori di caffè sanno che i motivi sono vari.

Per loro, la differenza sta nella lavorazione naturale o lavata.

Il metodo utilizzato per separare la polpa dai semi nella piantagione fa un’enorme differenza nell’esperienza finale del caffè.

Con il metodo naturale, la drupa viene lasciata asciugare tutta al sole, dopodiché la polpa essiccata viene “sbucciata” per ottenere i chicchi di caffè pulito.

Con il metodo “umido” o “lavato”, i chicchi vengono messi in serbatoi d’acqua dove rimangono per circa tre giorni. Questa fase migliora l’acidità e gli aromi del caffè, che viene poi lavato nuovamente ed essiccato al sole con un metodo naturale.

In breve, i caffè “lavati” sono più acidi, mentre i caffè “naturali” hanno un corpo più intenso.

Varietà e origine dei chicchi

Vedi la tappa precedente di varietà e origine dei chicchi

Da dove viene il caffè?

Vedi la prossima tappa di varietà e origine dei chicchi

Ogni chicco racchiude l’amore della torrefazione