Il viaggio del caffè

La pianta del caffè

La pianta del caffè è un arbusto sempreverde che appartiene alla famiglia delle Rubiacee, originaria dell’Africa Subsahariana centrale e occidentale.

In natura, le piante di caffè possono raggiungere un’altezza che varia da 6 a 12 metri, ma nelle piantagioni di tutto il mondo, sono solitamente tenute a un’altezza massima di 2 metri.

Esistono due specie principali di piante di caffè, la Coffea Canephora, nota anche come Coffea Robusta, e la Coffea Arabica.

La Coffea Arabica ci offre le varietà Bourbon, Catuai, Caturra, Maragogype, Pacas, Pacamara, Sumatra e Typica, nonché Bourbon Yellow, Catual Yellow, Caturra Yellow e Maragogype.

La Coffea Robusta, invece, è più resistente alle malattie e ai parassiti e generalmente ha un contenuto di caffeina molto più elevato. Viene coltivata principalmente in Vietnam, dove i coloni francesi la introdussero alla fine del XIX secolo, ma anche in Africa e Brasile.

Il mondo del caffè

Apprendre - Parcours du café - Caféier - Ceniture du café - Coffee Lounge

Coffea Arabica

La Coffea Arabica ci offre le varietà Bourbon, Catuai, Caturra, Maragogype, Pacas, Pacamara, Sumatra e Typica, nonché Bourbon Yellow, Catual Yellow, Caturra Yellow e Maragogype.

1 of 3

Miscela di café

2 of 3

Coffea Robusta

La Coffea Robusta, invece, è più resistente alle malattie e ai parassiti e generalmente ha un contenuto di caffeina molto più elevato. Viene coltivata principalmente in Vietnam, dove i coloni francesi la introdussero alla fine del XIX secolo, ma anche in Africa e Brasile.

3 of 3

“The Coffee Belt” o “Cintura del caffè” è la fascia delle regioni tropicali dove la pianta del caffè cresce in modo preminente.

La scelta delle drupe perfette

Apprendre - Parcours du café - Caféier - Baies - Coffee Lounge

I frutti della pianta del caffè, chiamati bacche, drupe o ciliegie, impiegano circa nove mesi per maturare. Questi spesso crescono all’ombra di alberi da frutto, o di altro tipo, in modo da non essere sovraesposti al sole e preservare la qualità delle drupe.

La raccolta del caffè è il primo passo nel processo di realizzazione del caffè. Di solito avviene solo una volta all’anno e può protrarsi per qualche mese, per garantire la completa maturazione di tutti i frutti.

Benché possa non sembrare un’attività complessa, vi sono tre metodi di raccolta molto diversi, ognuno caratterizzato dalle proprie, specifiche criticità.

La raccolta manuale (picking) è eseguita a mano da raccoglitori che colgono solo le drupe perfettamente mature. Questo significa che devono tornare più volte alle piante, aumentando il tempo richiesto per completare la raccolta. Questo metodo è utilizzato principalmente per produrre caffè lavato e naturale di alta qualità dalla fragranza e dal sapore eccellenti, dopo la tostatura.

Lo stripping avviene in un’unica volta, “spogliando” a mano gli alberi di tutti i frutti dai rami, cogliendo le drupe mature e quelle non ancora mature. In seguito, è comunque necessario effettuare un’ulteriore suddivisione, poiché le drupe del caffè non maturano tutte allo stesso tempo.

La raccolta meccanica è possibile solo in aree pianeggianti e nelle piantagioni in cui i frutti maturano in modo perfettamente simultaneo. Le macchine per la raccolta sono più alte delle piante di caffè e sono dotate di spazzole che agitano l’albero e fanno cadere i frutti alla base, dove vengono raccolti. Metodo efficiente e veloce, garantisce una qualità complessiva del caffè più bassa perché non tutti i frutti raccolti sono maturi e completamente sviluppati.