Tendenze e stile di vita

Il Gusto amaro del caffè in cucina

Ricette uniche che sfruttano l’amaro per creare sapori unici

Un ingrediente segreto per ricette sfiziose?

Il gusto amaro del caffè ha molte opportunità da offrire a chi vuole sperimentare in cucina. Il caffè, se usato nelle giuste combinazioni, ha infatti la capacità di esaltare i sapori senza modificarli, dando vita a piatti originali e in grado di stuzzicare il palato, conferendo note esotiche a numerose ricette, grazie alla sua caratteristica amarezza.

Tra primi e secondi piatti il caffè può essere sempre il re della tavola.

Idee per un primo piatto al caffè

La prima cosa da sapere per creare dei piatti originali in grado di stupire i vostri commensali è che il caffè può essere utilizzato per preparare un ottimo brodo per pasta e risotti. L’importante è bilanciare bene gli ingredienti :

  • Un’idea facile da realizzare è il risotto al caffè, dove l’aroma amaro dei chicchi macinati sottili incontra il sapore del formaggio, creando un accostamento indimenticabile. Una volta tostato il riso a secco si comincia, come da prassi, a bagnarlo gradualmente con acqua, fino a quando, a riso quasi pronto, si aggiunge il caffè e si comincia a mescolare affinché venga completamente assorbito. Ultimata la cottura e mantecato il riso nel burro, si può aggiungere l’Asiago DOP tagliato a cubetti prima di riprendere a mescolare, per dare omogeneità al risotto. Per chi ama impiattare con stile, infine, una leggerissima spolverata di caffè finale darà un tocco di colore al piatto.
  • Per chi preferisce la pasta, invece, un’ottima alternativa sono gli spaghetti alle verdure e prosciutto cotti al caffè! Una volta messo a soffriggere un trito di carote, cipolla e sedano, si aggiunge prima il prosciutto cotto tagliato a strisce e poi, dopo aver mescolato il tutto per un paio di minuti, il caffè, continuando la cottura a fuoco alto. Una volta scolati al dente, gli spaghetti vanno quindi aggiunti in padella per essere scottati, e poi serviti con una spolverata di parmigiano. Il risultato in tavola sarà un piatto ricco di note uniche, in cui il caffè non sarà evidente alla vista, ma resterà indelebile al gusto.

Idee per un secondo piatto al caffè

La carne è un ingrediente con cui il caffè si sposa con armonia, svolgendo alla perfezione il suo ruolo nella marinatura e nella caramellizzazione delle superfici. Tra le varie tipologie di carne, il maiale, il pollo e la selvaggina sono quelle con cui il gusto amaro si sposa meglio.

  • Un piatto particolarmente gustoso da provare è infatti il filetto di maiale al caffè con chutney di zucca e mela. In primis, la carne marinata con caffè, miele, aglio, rosmarino e salvia. In questo modo, la dolcezza del miele viene bilanciata dall’amarezza del caffè, andando a creare una combinazione di sapori in grado di accendere tutte le note di gusto del filetto. A questo punto basterà creare una crema di zucca e una cialda di polenta, per portare in tavola la vostra ricetta stellata.
  • Per chi volesse provare qualcosa di semplice e originale, invece, la ricetta giusta è il rollè di pollo al caffè. Per prima cosa, la carne va arrotolata e riempita di verza cotta e bastoncini di pecorino. I rotoli vanno sbollentati avvolti nella pellicola da cucina e poi passati in padella a rosolare. A questo punto si aggiunge il caffè per proseguire la cottura in umido. Per un tocco finale da veri chef, si può usare il miele per ottenere una riduzione del fondo di cottura da utilizzare per decorare il piatto e insaporire i rollè. Il risultato finale è pura espressione di gusto.

Una bevanda, ma anche una spezia, un condimento, una coccola per i sensi: il caffè può esprimere davvero il meglio in ogni sua declinazione! Cercando il giusto equilibrio tra le sue note amare e mettendo amore e inventiva in ogni tipo di preparazione, renderete il caffè il vostro ingrediente segreto in cucina!

Scopri un mondo di ispirazione per il tuo caffè

Scopri di più